Variazioni al PTOF per l’anno scolastico 2017/18

 

PIANO TRIENNALE OFFERTA FORMATIVA

ANNO SCOLASTICO 2017/2018

 

ANAGRAFICA ISTITUTO

Dati organico anno scolastico 2017/2018

ORGANICO DIRITTO ORGANICO FATTO
Dirigente Scolastico 1 1
Direttore dei Servizi Generali Amministrativi 1 1
Assistenti Amministrativi 6 6
Collaboratori Scolastici 19 19
Docenti scuola dell’infanzia comuni 25 25
Docenti scuola dell’infanzia sostegno 2 3
Docenti scuola primaria comuni 44 + 21h 44 + 21h
Docenti scuola primaria potenziato 5 5
Docenti scuola primaria inglese 0 1
Docenti scuola primaria sostegno 5 7
Docenti scuola sec. I grado sostegno 4 4 + 9 H
Docenti scuola sec. I grado sostegno potenziato 1 1
Docenti scuola sec. I grado potenziato 1 lettere 1 lettere
A022 LETTERE 7 + 4 H 7 + 4 H
A028 MATEMATICA 4 + 6 H 4 + 6 H
A001 ARTE E IMMAGINE 1 + 8 H 1 + 8 H
A030 MUSICA 1 + 8 H 1 + 8 H
A049 SCIENZE MOTORIE 1 + 8 H 1 + 8 H
A060 TECNOLOGIA 1 + 8 H 1 + 8 H
AA25 FRANCESE 6 H 6 H
AB25 INGLESE 2 + 3 H 2 + 3 H
AC25 SPAGNOLO 1 + 2H 1 + 2H

 

DATI POPOLAZIONE SCOLASTICA ANNO SCOLASTICO 2017/18

SCUOLA DELL’INFANZIA Alunni Alunni stranieri
Regina Margherita 120 81
A. Gramsci 117 16
F. Aporti 56 51
Totale 293 148
SCUOLA PRIMARIA “ELIA” – Tempo pieno
1A / 1B 21/ 22 18 / 19
2A / 2B 20 / 22 18 / 19
3A / 3B 23 / 23 15 / 23
4A / 4B 24 / 25 13 / 13
5A / 5B 21 /19 15 / 15
Totale    220     168
SCUOLA PRIMARIA “MARINELLI” – Tempo pieno
1A 15 5
2A 17 3
3A 26 2
4A / 4B 17 / 18 2 / 0
5A 20 3
Totale 113 15
SCUOLA PRIMARIA “FRANK” – Tempo normale
1A 27 3
2A 17 1
3A 19 0
4A 26 2
5A 24 1
Totale 113 7
SCUOLA PRIMARIA “DA VINCI” – Tempo normale
1A / 1B 18 / 18 14 / 17
2A 24 17
3A 23 12
4A 17 15
5A 17 16
Totale 117 91
SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO “PODESTI”
1A / 1B /1C /1D 24 / 24 /24 / 23 12 / 13 / 10 / 13
2A / 2B /2C /2D / 2E 20 / 24 / 22 / 21 / 24 17 / 10 / 5 / 8 / 10
3A / 3B / 3C / 3D 21 / 24 / 26 / 24 14 / 7 / 10 / 7
Totale 301 136
Totale Istituto 1.157 565

 

 

ARRICCHIMENTO DELL’OFFERTA FORMATIVA

INTEGRAZIONE AL PTOF PER L’ANNO  SCOLASTICO 2017-2018

 

 

Nel corso dell’anno scolastico 2017/2018 l’offerta formativa si arricchisce con le azioni delineate nei progetti “PRIMM”, “INSIEME L2″, “A CIASCUNO IL SUO…LIBRO”, “Form@zione Lab”, presentati nello scorso anno scolastico (2016/2017).

Si tratta di progetti che, tenendo conto del contesto socio-culturale in cui opera l’Istituto Comprensivo Posatora Piano Archi, sono finalizzati a sostenere l’inclusione dei bambini e dei ragazzi immigrati a rischio di marginalità  sociale e di dispersione scolastica attraverso la possibilità  di:

  • creare nella scuola le condizioni per vivere positivamente l’opportunità  del confronto con altre culture per una crescita collettiva e per ridurre fenomeni di esclusione sociale;
  • costruire spazi, tempi e modalità  atti a favorire l’inserimento degli alunni e la loro valutazione;
  • personalizzare gli apprendimenti attraverso l’uso di opportune strategie metodologiche e  strumenti su “misura” per andare incontro agli alunni in situazioni di svantaggio, per proporre opportunità  di sviluppo di abilità  e competenze in alunni con adeguata preparazione di base, offrendo percorsi per la valorizzazione delle eccellenze;
  • costruire azioni educative innovative per l’apprendimento della lingua italiana, considerato condizione indispensabile per l’integrazione;
  • promuovere l’inserimento scolastico corretto e positivo dei ragazzi stranieri, nelle scuole secondarie di primo grado per garantire una buona formazione scolastica e un buon inserimento nella scuola secondaria di 2° grado o nel mondo del lavoro;
  • migliorare la motivazione allo studio misurabile attraverso i risultati positivi acquisiti
  • favorire l’acquisizione  dell’autostima e della conoscenza di sé aiutando gli alunni a riconoscere le proprie risorse positive
  • prevenire l’insuccesso scolastico per ridurre la dispersione e l’abbandono
  • coinvolgere le famiglie degli studenti nel progetto formativo, in particolare le madri che, come risulta da numerosi studi sull’argomento, hanno un ruolo cruciale nell’inserimento scolastico positivo dei figli.

Per il raggiungimento di queste finalità, il progetto PRIMM” – Azione 1: Piano Regionale Integrazione Migranti Marche – Cod. Prog.: PROG-1337 – Codice CUP: B79D17010500007 – rivolto alle scuole primarie e alla scuola secondaria di primo grado, si articola nelle seguenti azioni:

 

Titolo Descrizione
Mediatori interculturali Sostengono il percorso di inserimento nella scuola degli alunni NAI e delle loro famiglie partecipando ai colloqui con i docenti e supportando le famiglie e gli insegnanti di L2
Festa multietnica Evento per presentare alcuni progetti attuati

(Laboratorio teatrale, Coro scolastico) e altre iniziative correlate al tema dell’integrazione e della convivenza civile, sulla scorta di esperienze svolte negli anni dalle scuole del I.C. (Merenda multietnica, Quiz senza frontiere ecc.).

Studio assistito in orario curricolare Il progetto, da svolgersi in orario curricolare, è rivolto agli alunni stranieri che necessitano di un percorso individualizzato per acquisire o potenziare le competenze in lingua italiana.
Laboratorio teatrale Il progetto si prefigge di motivare ed appassionare i ragazzi all’interazione creando legami significativi tra i membri del gruppo attraverso l’elaborazione di un testo teatrale sui temi dell’integrazione e della convivenza civile.
Recupero disciplinare Il progetto, rivolto agli alunni che al termine del primo quadrimestre hanno conseguito valutazioni non sufficienti in italiano, matematica e lingue comunitarie, ha l’obiettivo di ridurre l’insuccesso scolastico.
Laboratorio di scienze Il progetto, rivolto agli alunni delle classi seconde della scuola secondaria di primo grado, prevede un’attività  laboratoriale per la comprensione dei fenomeni scientifici attraverso semplici esperimenti.
Abilità  insieme Il progetto, attraverso la manipolazione dell’argilla, ha l’obiettivo di attivare strategie di supporto ai disagi comportamentali che gli alunni in difficoltà  manifestano nonché facilitare, attraverso i linguaggi non verbali, gli apprendimenti disciplinari scolastici.
Centro sportivo scolastico Attraverso questo progetto si intende promuovere lo sport, attraverso la pratica delle seguenti discipline sportive: atletica leggera, pallamano, basket, quale mezzo per socializzare e favorire l’inclusione sociale.
Coro scolastico Il progetto è finalizzato alla pratica dell’espressione musicale attraverso l’attività  di canto corale.
Studio assistito estivo E’ un progetto che coinvolge gli alunni delle scuole primarie Da Vinci ed Elia, data l’elevata percentuale in esse di alunni con situazioni di disagio culturale e socio-economico. Le lezioni, da tenersi nei mesi estivi, consentiranno agli alunni di colmare lacune pregresse al fine di diminuire l’insuccesso scolastico.
Peer education Il progetto ha la finalità  di formare peer-educators che possano contribuire a svolgere azioni di tutoraggio su altri ragazzi. Si articola in tre fasi:

1.      selezione di 20 alunni che, in virtù della loro motivazione e attitudine alla leadership, verranno inclusi all’interno di un percorso formativo specifico di “peereducation”;

2.    progettazione, a cura dei 20 alunni selezionati, di attività  sui temi dell’interculturalità  da proporre nelle rispettive classi;

3.    i peereducators condurranno nelle classi le attività  progettate, con la supervisione del docente formatore e dei docenti di classe.

I prodotti delle attività  troveranno uno spazio espositivo in occasione della Festa multietnica.

 

 

Il progetto INSIEME” – POR Marche FSE 2014 – 2020 Asse 3 P.d.I 10.1 RA 10.1 Ob. Spec. 10.1 – A.S. 2016/2017 – DDPF 4/IFD del 02/02/2017 – rivolto agli alunni delle classi seconde, terze e ripetenti di prima della scuola secondaria di primo grado, è un percorso formativo per la diffusione della lingua L2 italiana per alunni stranieri non nati in Italia. Comprende attività  di comprensione e produzione orale e scritta, finalizzate alla certificazione CILS, integrate da azioni di sport, teatro, lettura espressiva e scrittura creativa nonché da misure di accompagnamento per genitori e alunni consistenti in incontri volti ad affrontare itinerari di orientamento e tematiche relative alla legalità, alla salute e prevenzione, al volontariato.

 

 

Il progetto A CIASCUNO IL SUO…LIBRO!”- Richiesta di finanziamento “Progettualità  dei territori “settore “Educazione, istruzione e formazione” alla Fondazione Cariverona – è destinato alle classi prime, seconde e terze della scuola secondaria di primo grado “Francesco Podesti”, la cui utenza si presenta piuttosto eterogenea. Infatti la popolazione scolastica è costituita da alunni italiani, provenienti dal quartiere di Posatora,   abitato prevalentemente da lavoratori del terziario, con la presenza anche di imprenditori e professionisti, e da alunni stranieri, appartenenti a comunità  di immigrati provenienti da Paesi arabi,  Africa,  Cina,  Bangladesh, Sudamerica e Paesi dell’est europeo.

Risulta, così, che  le classi sono variamente composite, caratterizzate da allievi che presentano aspettative, motivazioni e bisogni formativi estremamente diversificati e legati al contesto socio culturale di provenienza.

La presenza numericamente rilevante e costante degli alunni di origine straniera, con differenti modelli culturali di riferimento, il loro inserimento ad anno scolastico iniziato, con conseguenti difficoltà  riconducibili alla scarsa o nulla conoscenza della lingua italiana, la frammentazione, anche tra l’utenza italiana, di nuclei familiari, la disomogeneità  sociale, culturale ed economica sono, per gli adolescenti, fattori di disagio che si traducono spesso in  disimpegno scolastico ed inevitabilmente in insuccesso scolastico.

Pertanto, considerate le differenti esigenze della popolazione scolastica, e tenuto conto della dotazione tecnologica, presente in tutte le classi, composta da LIM e rete wireless, dell’esistenza di un sito web d’Istituto e di un blog, dell’attivazione di due classi 2.0 e dell’utilizzo, ormai consolidato del registro elettronico, strumento utile anche come piattaforma per la condivisione di materiali didattici, il progetto mira a perseguire tre finalità:

  • diversificare, personalizzare e qualificare quanto più possibile l’offerta formativa, in modo da poter dare a tutti gli alunni, a prescindere dal proprio background socio-culturale, la possibilità  di raggiungere il successo scolastico, tenendo conto anche degli alunni con disabilità  o disturbi specifici dell’apprendimento per i quali vanno modulati percorsi di studio individualizzato
  • potenziare le abilità  e le competenze degli alunni con un’adeguata preparazione di base, offrendo anche percorsi per la valorizzazione delle eccellenze
  • valorizzare il lavoro dei docenti in quanto professionisti altamente qualificati ed orientati alla ricerca, anche nell’ottica di stimolare lo studio e l’adozione di nuovi modelli didattici e metodologici.

Il Progetto, infatti, accogliendo le recenti disposizioni ministeriali che consentono alle scuole la predisposizione di materiali didattici, intende iniziare un percorso finalizzato all’integrazione e sostituzione, laddove se ne ravvisi la necessità (alunni NAI e diversamente abili), dei libri di testo tradizionali con libri e materiali didattici autoprodotti e quindi realizzati “su misura” rispetto ai livelli di partenza ed agli stili di apprendimento degli alunni relativamente alle discipline matematica e italiano. Per la matematica si tratterà  di realizzare  un percorso triennale che toccherà  gli argomenti più significativi della disciplina; per italiano di produrre una raccolta antologica di brani che potrà  essere arricchita anche da apporti di altre discipline ed assumere così un carattere interdisciplinare. I testi, in versione digitale, potranno anche essere ascoltati in versione audio, in modo da poter essere facilmente utilizzati anche da alunni con disturbi specifici di apprendimento.

La produzione in proprio dei testi scolastici ha il vantaggio di modulare i contenuti da trasmettere in funzione delle diverse esigenze con la realizzazione di percorsi semplificati o di approfondimento, ma anche di incrementare lo sviluppo della cultura digitale di docenti e alunni attraverso la predisposizione e l’utilizzo di strumenti didattici multimediali nell’ottica di una più ampia condivisione e partecipazione della popolazione scolastica ai processi di innovazione della scuola. Infatti i materiali prodotti dai docenti saranno arricchiti dai contributi degli studenti che avranno, così, modo non solo di essere fruitori di materiali preconfezionati, ma anche di diventare “autori” del proprio percorso di apprendimento.

Il finanziamento della Fondazione Cariverona è destinato a coprire i costi sia per l’allestimento di un laboratorio dotato di tecnologie, idoneo alla realizzazione dei materiali menzionati, sia per la formazione del personale docente. Infatti i docenti sono coinvolti, nell’ambito del progetto, in un programma di formazione articolato nei seguenti corsi:

  • Lavorare in classe con alunni DSA: strategie vincenti”: finalizzato a conoscere e sperimentare strategie atte a favorire e facilitare gli apprendimenti  in soggetti con DSA. Il corso è di n.9 ore e la formazione è condotta dal Centro Multispecialistico DSA di Ancona in collaborazione con il Polo di Apprendimento dell’Università  di Padova
  • A ciascuno il suo… libro: formazione tecnica”: finalizzato a conoscere ed utilizzare i dispositivi tecnologici per coinvolgere i ragazzi e spingerli a svolgere attività  secondo il loro stile di apprendimento basato sull’uso delle nuove tecnologie. Il corso articolato in n.4 moduli è a cura del Prof. Roberto Sconocchini.

Per la sua connotazione, il progetto A ciascuno il suo… libro” va ascritto in quei percorsi di inclusione che l’Istituzione scolastica mette in atto per favorire il successo scolastico di “tutti e di ciascuno” e ridurre, così, il fenomeno della dispersione.

 

 

Il Progetto: “Form@zione Lab” - Richiesta di finanziamento “BANDO CANTIERE DIDATTICA – Area Formazione e Ricerca” Fondazione Cariverona – si rivolge a tutte le classi IV e V delle quattro scuole Primarie dell’I.C. (undici classi), come sperimentazione da estendere nei prossimi anni a tutte le classi.

Considerato il contesto socio economico e culturale dell’utenza dell’Istituto Comprensivo, caratterizzato, da un lato, da un’elevata percentuale di alunni stranieri, le cui famiglie evidenziano bassi livelli di scolarizzazione, e, dall’altro, da alunni italiani che, in misura crescente, presentano difficili situazioni familiari e manifestano disagio giovanile; tenuto conto delle criticità, relative agli esiti scolastici, emerse dal RAV (Rapporto di Autovalutazione di Istituto), dovute a demotivazione, disinteresse e a difficoltà  d’apprendimento, soprattutto in ambito linguistico-espressivo, logico-matematico e metodo di studi; visto che nel passaggio dalla scuola primaria alla secondaria si nota nelle discipline un decremento delle valutazioni e che il punteggio di italiano e matematica della scuola primaria alle prove INVALSI, pur essendo complessivamente in linea con quello di scuole con background socio-economico e culturale simile, evidenzia una varianza tra le classi e dentro le classi abbastanza elevata, il Collegio dei docenti ha individuato nella disponibilità  di tecnologie, la possibilità  di avviare un’azione educativa più efficace, disegnata sui bisogni specifici dell’utenza, centrata sul miglioramento e l’innovazione didattica, mirata a contrastare le criticità  che emergono dal contesto di riferimento e a raggiungere risultati di qualità, fungendo da stimolo motivazionale per il corpo docente.

Il progetto nasce quindi dalla convinzione che occorra superare la didattica frontale a favore di una didattica di tipo laboratoriale ed attivare una pluralità  di codici affinché gli alunni possano arrivare a padroneggiare le conoscenze secondo il proprio stile di apprendimento, creando i presupposti per l’attuazione di una scuola veramente inclusiva.

Il progetto Form@zione Lab” vuole pertanto fornire ai docenti gli strumenti per riconoscere ed affrontare i differenti bisogni degli alunni promuovendo l’inclusione, il successo formativo e il miglioramento della qualità  degli apprendimenti attraverso l’ampliamento delle competenze didattiche e tecnologiche degli insegnanti e degli alunni, lo sviluppo di una didattica collaborativa di classe, capace di incentivare la motivazione degli alunni mediante l’uso di contenuti didattici digitali nonché di colmare gli svantaggi, recuperare situazioni di marginalità , carenze cognitive e abilità  linguistico – espressive, logiche e di metodo di studio soprattutto nei soggetti  “a rischio” che accusano disagio e difficoltà  di apprendimento.

Di qui la scelta di proporre percorsi di formazione comuni per la scuola primaria e secondaria su metodologie innovative da introdurre nella didattica:

  • DIGITAL STORYTELLING –  creare storie digitali e multimediali, coniugando il linguaggio analogico con quello digitale.
  • CLASSROOM DEBATE – metodologia basata sul metodo collaborativo e peer to peer per favorire la formazione della persona a livello cognitivo, relazionale ed identitario.
  • CODING E INTRODUZIONE AL PENSIERO COMPUTAZIONALE – programmare ad apprendere, favorire la risoluzione di problemi in modo creativo, la scomposizione di problemi complessi in più semplici e la generalizzazioni in contesti analoghi. Importanza della rivalutazione dell’errore (debugging) come processo creativo nel riconoscerlo e nel trovare la procedura corretta. (Nell’anno 2016/2017 l’I.C. ha attivato un corso sul pensiero computazionale e coding, per i docenti delle classi terze della scuola primaria, con un docente interno, ma affinché la novità diventi permanente e strutturale occorre la formazione di una platea ampia di insegnanti).
  • SCRATCH BASE ED AVANZATO – uno strumento versatile basato sul linguaggio di programmazione visuale a blocchi  che permette ai docenti di essere autonomi nel costruire e progettare attività  didattiche multimediali. Un passo successivo legato alla conoscenza di Scratch è la Robotica educativa, il “passo successivo” al coding è un approccio nuovo all’insegnamento: la robotica permette di sviluppare tutte le competenze linguistiche e logiche con particolare attenzione alle STEM: Science, Technology, Engineering and Mathematics.
  • TINKERING – nel nuovo Piano Nazionale Scuola Digitale si parla di “scenari didattici costruiti attorno a robotica ed elettronica educativa, logica e pensiero computazionale, artefatti manuali e digitali”: immaginare un’invenzione, crearla, testarla e modificarla rappresentano un vero e proprio ciclo di progetto; questa metodologia si basa sulla ricerca collaborativa  di soluzioni di un problema utilizzando una strumentazione specifica (Makey makey).

Nel progetto sono coinvolti anche gli alunni: quelli delle classi in cui il personale è stato formato, anche alla luce del Piano Nazionale Scuola Digitale, verranno avviati all’attività  di coding; quelli delle classi IV e V delle scuole primarie in orario curricolare utilizzeranno kit per costruire e programmare dei robot sotto la guida di esperti esterni.

Il presente progetto è senza dubbio un’ irrinunciabile occasione che, mediante i percorsi di formazione e la sperimentazione di didattiche innovative anche con l’aiuto di esperti, permetterà  ai docenti di sperimentare in prima persona l’efficacia di metodologie innovative, capaci di rispondere alle esigenze individuali degli alunni e in grado di incoraggiare variegate modalità  di apprendimento.

 

 

PRIORITA’ INDIVIDUATE NEL PIANO NAZIONALE DI FORMAZIONE DOCENTE

Destinatari Azioni ad indirizzo nazionale sulle priorità  Attività 
DOCENTI SCUOLA INFANZIA

 

 

Area

Inclusione e disabilità  e

Area

Didattica

(A.S.16-17) Prima annualità 

  • “Chi ben comincia”: ore n.20 rinforzo dei prerequisiti di accesso alla scuola primaria nell’area linguistico-espressiva, logico- matematica e psico-motoria – Formazione condotta dal Centro Multispecialistico DSA Ancona in collaborazione con il Polo di Apprendimento dell’Università  di Padova

(A.S. 17-18) Seconda annualità 

  • Azione formativa finalizzata ad individuare percorsi didattici attraverso l’attivazione di strategie di potenziamento delle funzioni di base necessarie all’apprendimento e di gestione dei comportamenti con la supervisione del Centro Multispecialistico DSA Ancona (accreditato dalla Regione Marche) in collaborazione con il Polo di Apprendimento dell’Università  di Padova (Cfr. Progetto “Be sprint”, approvato nell’ambito del bando “Con i bambini” L.208/2015 art. 1 co 392 presentato in partenariato con la COOSS Marche)

 

 

Area

Didattica per competenze e innovazione metodologica

(A.S. 17-18 A.S. 18-19)

  • Azione formativa sul curricolo verticale e progettazione per competenze condotta dalla prof.ssa Margherita Bellandi (ore n.24)
DOCENTI SCUOLA PRIMARIA

 

 

Area

Inclusione e disabilità e

Area

Didattica

(A.S.16-17) Prima annualità 

  • “A scuola con il sorriso”, azione formativa su modello della ricerca-azione (ore n.20) per il monitoraggio delle funzioni di base ed il potenziamento delle aree specifiche deputate alla maturazione dei processi di lettura, scrittura e calcolo atte a facilitare gli apprendimenti scolastici. Formazione condotta dal Centro Multispecialistico DSA Ancona in collaborazione con il Polo di Apprendimento dell’Università  di Padova

 

(A.S. 17-18) Seconda annualità

  • “A scuola con il sorriso”, prosecuzione della ricerca-azione (ore n.24), destinato ai docenti delle classi prime per sperimentare le migliori strategie di potenziamento delle aree di fragilità, per praticare capacità /modalità  di interazione e di gestione della classe e per rispondere alle difficoltà  linguistiche e socioculturali presenti all’interno delle classi. Formazione condotta dal Centro Multispecialistico DSA Ancona in collaborazione con il Polo di Apprendimento dell’Università  di Padova
 

Area

Didattica per competenze e innovazione metodologica

 

(A.S. 16-17)

  • Sviluppare e potenziare la comprensione del testo scritto: ore n.8 (Erickson)
  • Strategie didattiche per promuovere la competenza “problem solving”: ore n. 8 (Erickson)

 

 

Area

Didattica per competenze e innovazione metodologica

 

(A.S. 17-18 A.S. 18-19)

  • Azione formativa sul curricolo verticale e progettazione per competenze condotta dalla prof.ssa Margherita Bellandi (ore n.24)
 

Area

Competenze digitali e nuovi ambienti per l’apprendimento

 

 

(A.S.16-17 A.S. 17-18 A.S. 18-19)

  • Avvio al pensiero computazionale destinato alle docenti delle classi terze della scuola primaria: ore n. 8 “ A cura dell’Animatore Digitale dell’Istituto

 

 

DOCENTI SCUOLA SECONDARIA

 

 

Area

Didattica per competenze e innovazione metodologica

 

(A.S.16-17)

  • Metodologie innovative. Costruzione di un compito di realtà  e rubriche di valutazione destinate a tutti i docenti ore n. 36 – A cura di formatori accreditati dall’INDIRE

 

(A.S.17-18 A.S.18-19)

  • Azione formativa sul curricolo verticale e progettazione per competenze condotta dalla prof.ssa Margherita Bellandi (ore n. 24)
 

Area

Inclusione e disabilità 

 

(A.S.17-18)

  • Lavorare in classe con alunni DSA: strategie vincenti ore n. 9 organizzato e tenuto dal Centro Multiservizi DSA
 

Area

Competenze digitali e nuovi ambienti per l’apprendimento

 

(A.S.16-17 A.S. 17-18)

  • “A ciascuno il suo libro” (formazione tecnica n. 12 ore) condotto dal prof. Roberto Sconocchini
DOCENTI SCUOLA INFANZIA

PRIMARIA

SECONDARIA

 

Area

Sicurezza sul lavoro

(A.S. 15-16, 16-17, 17-18, 18-19)

  • Tutti i corsi previsti dal D. Lgsl. 81/2008 e successive integrazioni

 

DOCENTI SCUOLA PRIMARIA

SECONDARIA

 

Area

Competenze digitali e nuovi ambienti per l’apprendimento

 

 

(A. S. 2017-2018)

  • Curricolo digitale
  • Learning by doing, by exploring, by-creating, by-playning (ad es. fablab, coding, digital making)

(A.S. 2018/2019)

  • Digital storytelling n. 6 ore
  • Classroom debate n. 6 ore
  • Coding n. 12 ore
  • Scratch base n. 6 ore
  • Scratch avanzato n. 6 ore
  • Tinkering n. 6 ore

(Cfr. progetto Form@azione lab)

DOCENTI SCUOLA

PRIMARIA

 

 

Area

Competenze di lingua straniera

 

 

(A.S. 16-17, 17-18, 18-19)

  • Corsi di lingua inglese per le docenti della scuola primaria per il conseguimento dei livelli A1-B1 del QCE
DOCENTI SCUOLA SECONDARIA  

Area

Coesione sociale e prevenzione del disagio giovanile

 

(A.S. 15-16, 16-17, 17-18, 18-19)

 

  • Benessere dello Studente Educazione Emozionale “Una scuola che promuove la salute“ Protocollo Unplugged: ore n. 20

 

 

DOCENTI SCUOLA INFANZIA

PRIMARIA SECONDARIA

 

 

Area Valutazione e miglioramento

 

 

(A.S. 15-16, 16-17, 17-18, 18-19)

  • Incontri rete AUMIRE