Area linguistica

 

L’istruzione è il grande motore dello sviluppo personale. È grazie all’istruzione che la figlia di un contadino può diventare medico, il figlio di un minatore il capo miniera o un bambino nato in una famiglia povera il presidente di una grande nazione. Non ciò che ci viene dato, ma la capacità di valorizzare al meglio ciò che abbiamo è ciò che distingue una persona dall’altra.

.-Nelson Mandela-

 

Nell’ottica della continuità educativo-didattica che caratterizza il nostro Istituto, particolare attenzione è dedicata allo sviluppo delle competenze linguistiche che, come si legge nelle Nuove Indicazioni per il Curricolo “è una condizione indispensabile per la crescita della persona e per l’esercizio pieno della cittadinanza, per l’accesso critico a tutti gli ambiti culturali e per il raggiungimento del successo scolastico in ogni settore di studio.

Nostro principio è che,  nell’apprendimento della lingua,  l’alunno non solo formi il suo pensiero, ma stabilisca rapporti sociali, razionalizzi e strutturi la propria esperienza, comunichi le proprie emozioni, i propri sentimenti, i propri stati d’animo …

Questo significa che gli allievi devono ampliare il patrimonio orale e devono imparare a leggere e scrivere correttamente.

Per questo nelle scuole dell’Istituto Comprensivo grande importanza viene attribuita allo sviluppo della lingua orale, nella forma dell’ascolto e del parlato, intesa come mezzo per comunicare, comprendere e interagire.

La pratica della lettura viene proposta non solo come momento di socializzazione e di discussione,  ma anche come momento di ricerca autonoma e individuale, in grado di sviluppare la capacità di concentrazione e di riflessione critica. Tale capacità risulta particolarmente utile per favorire il processo di maturazione dell’alunno e, con  attività mirate, il superamento degli ostacoli alla comprensione dei testi.

Diverse sono anche le procedure di scrittura, da noi utilizzate,  che danno origine a varie tipologie di testi,  con l’obiettivo primario di portare gli allievi a scrivere in modo chiaro, preciso, semplice e corretto, nel rispetto delle strutture morfo-sintattiche, volte a rappresentare gli aspetti della propria personalità e del mondo circostante.

Pertanto, la valenza formativa dell’area linguistica risiede,  in un’ottica di verticalità,  nell’ arricchimento dell’offerta formativa e del bagaglio culturale di ciascuno.

La nostra progettualità

 

I progetti patrocinati dagli Enti Locali,  realizzati nelle nostre scuole, hanno lo scopo di facilitare l’inserimento degli alunni stranieri attraverso l’apprendimento della lingua italiana,  come canale prioritario di integrazione. I contenuti e gli obiettivi dei corsi di lingua attuati fanno riferimento ai programmi e ai livelli di apprendimento previsti nel QCE.

Tutta la nostra progettualità è animata dallo spirito della didattica dell’inclusione ed è mirata al superamento degli svantaggi e alla promozione dei talenti individuali, tenendo conto non solo delle urgenze di carattere cognitivo, ma anche di quelle  di tipo socio-affettivo e relazionale, che risultano determinanti per il conseguimento del  successo scolastico.

In questo ambito, ad esempio,  si colloca anche il progetto “Prepariamoci all’Esame”, che prevede l’insegnamento personalizzato in orario extracurricolare agli alunni che presentano lacune  in matematica e italiano per la preparazione dell’esame di stato.

L’area, altresì,  comprende e integra i progetti, nella scuola primaria, di recupero e potenziamento e “Agorà Ancona ”. Quest’ultimo è finanziato dall’ente locale e riveste un ruolo di peculiare importanza per il nostro Istituto, vista la frequenza di alunni provenienti da “culture altre”. Il progetto,  prevede lezioni frontali di L2  ad alunni suddivisi per gruppi di livello  (0e 1) e l’intervento di mediatori linguistici del centro territoriale ANOLF, con il quale vi è una collaborazione costruttiva che si è consolidata negli anni. I corsi sono tenuti da docenti dell’Istituto o da esperti esterni. Questa attività,  consolidata ormai da anni, agevola l’inserimento degli alunni stranieri attraverso l’apprendimento della lingua italiana,  come canale prioritario di integrazione. Favorisce, inoltre, la creazione di un rapporto  sinergico e costruttivo con le agenzie del territorio,  facendo della Scuola un importante polo di riferimento.

Per favorire ulteriormente l’integrazione ed il raccordo scuola- famiglia- territorio, viene  organizzata una merenda multietnica, alla fine dell’anno scolastico. Protagoniste di tale evento sono le tradizioni culinarie dei paesi di provenienza delle famiglie degli alunni.

Il Progetto di potenziamento e recupero riveste per l’Istituto un’importanza particolare; lo stesso viene strutturato per classi parallele suddividendo gli alunni in gruppi a seconda delle difficoltà, delle attitudini, delle caratteristiche  di ciascuno. Alla luce di una didattica per competenze, un siffatto progetto, risulta essere un ottimo strumento di valorizzazione e stimolo delle diverse personalità. In tale ambito vengono progettate attività curricolari che prevedono l’analisi delle criticità nelle prove di verifica strutturate (INVALSI) e semi-strutturate, laboratori di comprensione del linguaggio filmico, di lettura in classe, di promozione delle nuove tecnologie.

Ai suddetti si aggiunge il progetto “Sostegno didattico pomeridiano” gratuito, organizzato e finanziato dall’Ente locale e attuato presso il plesso L. da Vinci. Tale iniziativa rivolta soprattutto ai bambini di diversa nazionalità con difficoltà di apprendimento, offre un sostegno didattico educativo nell’esecuzione dei compiti in orario extrascolastico nelle discipline fondamentali d’insegnamento: italiano e matematica.   I contenuti e gli obiettivi dei corsi di lingua attuati fanno riferimento ai programmi e ai livelli di apprendimento previsti nel QCE. Gli stessi sono mirati al superamento degli svantaggi e alla promozione dei talenti individuali, tenendo conto non solo delle urgenze di carattere cognitivo, ma anche di quelle  di tipo socio-affettivo e relazionale, che risultano determinanti per il conseguimento del  successo scolastico.

Il nostro Istituto inoltre pone particolare attenzione alla lingua come mezzo di ricerca storica in rapporto alla cultura e alle tradizioni locali e come strumento di rielaborazione creativa.

Con i progetti in tale ambito gli studenti si propongono come apprendisti storici e, attraverso video, cartelloni sulla storia della città di Ancona, dalle architetture agli antichi mestieri, rielaborano in modo divertente e creativo la loro fonte principale, cioè i documenti d’archivio. Il progetto è destinato sia agli alunni della scuola primaria che a quelli della secondaria.

l progetti destinati alla primaria,  scaturiscono dall’esigenza di sostenere e promuovere attivamente la diffusione della cultura della lettura e della scrittura in classe, favorendo il lavoro di squadra e la cooperazione tra pari e di stimolare l’uso della fantasia come veicolo per esprimere la propria personalità.

Alla scuola secondaria, il progetto di scrittura “Scrittura creativa” intende promuovere nei ragazzi la creatività finalizzata alla produzione di racconti che vengono poi raccolti e pubblicati. Con la Rassegna “Anna Malfaiera” s’intende stimolare la produzione di componimenti in versi e in prosa con i quali gli alunni delle classi prime, seconde e terze partecipano con successo al Concorso letterario di rilievo nazionale che si svolge, ogni anno, nella città di Fabriano con il patrocinio del Ministero dell’Istruzione,dell’Università e della Ricerca.

 

Una particolare attenzione viene dedicata alla conoscenza dei principali fatti di attualità relativi alla realtà locale grazie al progetto “Il quotidiano in classe”, previsto alla scuola secondaria. Tale progetto avvia gli alunni alla conoscenza dei fatti che accadono nel mondo e nel proprio territorio. Lo stesso si articola in due fasi:  la prima, prevede la lettura del quotidiano in classe, la seconda concerne la produzione di articoli con i quali gli studenti concorrono al “Campionato di giornalismo” istituito dal Resto del Carlino.

Nell’ avvento dell’era digitale il nostro Istituto intende promuovere il libro come strumento tangibile, sempre attuale, occasione di  stimolo, di  crescita interiore,   di conoscenza, di confronto e di riflessione personale.

In tale ottica i progetti destinati ai bambini della scuola dell’infanzia,  intendono stimolare  la curiosità e la fantasia sviluppando  l’abitudine all’ascolto e favorendo nel bambino le competenze necessarie per avvicinarsi allo strumento libro in modo costruttivo, creativo e critico.

A tale scopo è stata attivata anche una proficua collaborazione con diverse librerie del territorio tra cui, la Libreria Merlino, che, alla scuola secondaria, propone ogni anno un mercatino del libro con l’intento di incentivare l’interesse e il piacere per la lettura che vengono coltivati  anche tramite le biblioteche di classe.

 

Nell’ottica dell’Internazionalizzazione del percorso linguistico, come previsto dalla L.107, il nostro Istituto dà grande rilevanza allo studio delle lingue straniere grazie alle quali lo studente può arricchire il proprio bagaglio culturale.

        

 

I progetti finalizzati a questo importante traguardo sono la “Settimana in Inghilterra” che prevede una vacanza studio in Inghilterra, attuato  nel mese di settembre, per potenziare le competenze in lingua inglese, avvicinando la scuola al contesto educativo europeo.

Con il progetto “Insegnante Madrelingua”  destinato agli alunni della scuola secondaria Si intende motivare i ragazzi all’uso ORALE della Lingua Inglese sia nella modalità di ascolto e comprensione sia in quella della  produzione, così importante per rendere “vivo e funzionale” l’insegnamento e l’apprendimento della seconda lingua. Il Curricolo prevede inoltre l’insegnamento della lingua francese e spagnola per n.° 2 ore settimanali.

Con le Certificazioni di inglese (KET), francese(DELF) e spagnolo(DELE), destinato alla scuola secondaria, si vuole stimolare lo studente a perseguire strategie di studio  valutando le proprie conoscenze nell’ambito della lingua straniera, prendendo coscienza del valore del proprio bagaglio culturale spendibile in ambiente scolastico e in situazioni di vita del mondo esterno. Il progetto intende promuovere nei ragazzi la creatività finalizzata alla produzione di racconti di vario genere.