La collocazione territoriale

La collocazione territoriale dell’Istituto Comprensivo

L’Istituto Comprensivo Posatora-Piano-Archi ha la sede di direzione e segreteria in Via Urbino 22 ed è costituito da otto plessi scolastici come risulta nella piantina di seguito indicata:

pofpiantina

Scuola dell’infanzia

“Antonio Gramsci”

Via Brodolini, 21 Ancona

MINOLTA DIGITAL CAMERA Tel. 07142749
Scuola dell’infanzia

“Regina Margherita”

Via Sebenico, 5 Ancona

OLYMPUS DIGITAL CAMERA    Tel. 07184530
Scuola dell’infanzia

“Ferrante Aporti”

Via Fornaci comunali, Ancona

 pofscuolaaporti    Tel. 07153669
Scuola primaria

“Anna Frank”

Via Brodolini, 21 Ancona

poffrank    Tel. 07141284
Scuola primaria

“Leonardo Da Vinci”

Via Marconi, 133 Ancona

pofscuoladavinci      Tel. 071201062
Scuola primaria

“Augusto Elia”

Via Sebenico, 5 Ancona

MINOLTA DIGITAL CAMERA Tel. 0712832089
Scuola primaria

“Manlio Marinelli”

Via Cupa di Posatora, 5 Ancona

MINOLTA DIGITAL CAMERA Tel. 07141750
Scuola secondaria di I grado

“Francesco Podesti”

Via Urbino, 22 Ancona

pofscuolapodesti

Tel. 071894992

Fax. 071281046

Analisi del contesto socio-culturale

 

Il nostro bacino di utenza si caratterizza per la presenza di strutture e di servizi e per i collegamenti stradali e ferroviari di notevole importanza.

Il quartiere ha registrato un generale invecchiamento della popolazione e l’edificazione di nuovi nuclei abitativi nella zona del Piano conclusasi negli ultimi anni non ha contenuto   questa tendenza.

La popolazione attiva è costituita prevalentemente da lavoratori del terziario; sono presenti anche imprenditori e professionisti. I genitori sono prevalentemente occupati entrambi.

Il territorio dell’Istituto Comprensivo offre una serie di servizi: nido, scuole primarie, scuola secondaria di primo grado e secondo grado, centri sportivi, Parrocchie, ASL, associazioni di volontariato, cinema, teatro, centri culturali, un centro di accoglienza diurna per disabili.

I principali centri di aggregazione sono le due parrocchie e la sede dell’ex seconda circoscrizione le quali promuovono varie forme di incontro; tuttavia l’extrascuola non soddisfa in maniera adeguata il bisogno dell’utenza giovanile; pertanto la scuola si impegna nell’organizzare attività formative, di recupero, potenziamento dei talenti individuali e di  orientamento  in orario pomeridiano.

L’interesse e la disponibilità delle famiglie nei confronti della scuola sono buoni anche se, talvolta, si rileva la tendenza alla delega del compito educativo e formativo.

Alla data del 07 ottobre 2016 frequentano l’Istituto Comprensivo n° 1.148 alunni distribuiti su n° 14 sezioni di scuola dell’infanzia, n° 26  classi di scuola primaria, di cui n° 16 a tempo pieno, e n° 12 classi di scuola secondaria di 1° grado.

Gli alunni stranieri iscritti nell’Istituto Comprensivo sono n° 583,corrispondenti a 41 etnie e pari ad una percentuale del 51.06 %, dei quali il 72 % circa sono nati in Italia; ci sono poi n. 13 alunni rom pari all’ 1% circa di tutta la popolazione scolastica e n.32 diversamente abili, pari al 2% circa.

Con riferimento al numero di alunni non italiani, si evidenzia l’elevata percentuale di nati in Italia le cui famiglie risultano pienamente inserite nel tessuto socio-economico e culturale della città. La presenza di diverse etnie,  viene presa in carico dall’Istituzione scolastica che opera scelte didattico-pedagogiche, organizzative e di gestione, sia economico-finanziaria che del personale, finalizzate al raggiungimento degli obiettivi formativi e del successo scolastico di tutti gli alunni.

Una caratteristica del contesto da considerare in sede di progettazione dell’offerta formativa, è la “mobilità” degli alunni stranieri nel corso dell’anno scolastico, ovvero l’acquisizione di ulteriori iscrizioni legate a flussi migratori interni -dal sud al centro- ed esterni -da altre nazioni europee ed extraeuropee. Si tratta, in genere, di alunni con scolarizzazioni discontinue e disomogenee per i quali sono necessari interventi personalizzati sul piano della L2 e/o attività individualizzate di accoglienza e acquisizione/rinforzo delle conoscenze ed abilità di base.

Risultano inesistenti i casi di abbandono scolastico.