Personale Docente

Allegato al Collegio docenti del. N. 10 del 17/10/2016 

 ATTIVITA’ FUNZIONALI ALL’INSEGNAMENTO

  • Collaboratori Dirigente Scolastico
  • Fiduciari responsabili di plesso
  • Funzioni strumentali al POF
  • Coordinatori e Segretati dei Consigli di classe
  • Consegnatari dei beni della scuola e responsabili di laboratorio
  • Figure sensibili (d.l. 81/08)
  • GLI/glo
  • Comitato di valutazione del servizio del personale docente
  • Tutors dei docenti neo-immessi in ruolo
  • Commissioni e gruppi di lavoro al PdM

ATTIVITA’ DI COLLABORAZIONE CON IL DIRIGENTE SCOLASTICO

1° COLLABORATORE RISULTATI ATTESI
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1.    Rappresenta il Dirigente nel plesso per quanto attiene alla vigilanza del rispetto delle regole da parte del personale docente, non docente, genitori e di tutti coloro che entrano nella scuola;

2.    Svolge funzioni di Vicario del Capo d’Istituto secondo la normativa vigente;

3.    Collabora con il Dirigente Scolastico nello svolgimento delle funzioni organizzative e amministrative;

4.    Fornisce indicazioni e direttive, da concordare con il Dirigente     scolastico, alle scuole dell’Istituto, in relazione a organizzazione del lavoro e orari scolastici;

5.    Partecipa alle riunioni di coordinamento indette con cadenza, di massima, bimestrale dal Dirigente scolastico;

6.    Redige i verbali dei Collegi dei docenti unitari

7.    Redige l’elenco degli alunni della scuola secondaria e primaria che non frequentano la lezione di religione cattolica ai fini della nomina dei docenti per l’insegnamento della materia alternativa

8.    Partecipa all’incontro con i genitori per le iscrizioni

2° COLLABORATORE  RISULTATI ATTESI

1.   Controlla il rispetto da parte dei docenti di:

a.    Orario di servizio e presenza dei docenti in classe N° 5 minuti prima dell’inizio delle lezioni.

b.    Disposizioni concernenti la sorveglianza rigorosa degli alunni.

c.    Osservanza rigorosa delle disposizioni impartite dal DS con Circolare N°2.

2.   Riferisce al DS eventuali situazioni di irregolarità’

3. Riorganizza l’orario delle lezioni in caso di assenza e/o permessi brevi dei colleghi provvedendo alle sostituzioni e alla comunicazione all’ufficio di segreteria;

3.  Garantisce che gli eventuali recuperi orari delle docenti vengano effettuati.

4.   Utilizza il docente di sostegno per sostituire personale assente solo se l’alunno H non è presente a scuola fatte salve situazioni particolari e di massima urgenza.

5.   Assicura la presa visione della posta e delle comunicazioni del Dirigente da parte del personale;

6.   Redige il calendario degli esami di stato e collabora alla redazione del calendario dei Consigli di classe (contatta le scuole per i docenti con cattedra orario)

7.    Al termine di ogni a.s. controlla e raccoglie il prospetto riassuntivo delle ore eccedenti e delle attività funzionali redatto dal personale docente e ATA del plesso di rispettiva competenza. (Modello DSGA)

8.    Verifica il rispetto dei tetti di spesa e relazione al DS.

9.    Redige l’orario di ricevimento dei docenti e lo consegna al DS.

10.  Partecipa alle riunioni di coordinamento indette con cadenza, di massima, bimestrale dal Dirigente scolastico.

11.  Partecipa all’incontro con i genitori per le iscrizioni.


FIDUCIARI RESPONSABILI DEI PLESSI 

RISULTATI ATTESI

1.     Controlla il rispetto da parte dei docenti di:

a.     Orario di servizio e presenza dei docenti in classe N° 5 minuti prima dell’inizio delle lezioni.

b.     Sorveglianza rigorosa degli alunni.

c.     Osservanza rigorosa   delle istruzioni impartite dal DS con Circolare N°2.

d.    Riferisce al DS eventuali situazioni di irregolarità;

2.     Elabora i prospetti con l’orario di servizio dei docenti, e delle classi e del plesso e li trasmette al DS;

3.     In assenza del dirigente presiede le riunioni dei Consigli di interclasse, In assenza del DS gli scrutini sono presieduti da un docente della classe con delega;

4.     Ha il delicato compito di autorizzare o non autorizzare, a propria discrezione e sotto propria responsabilità, l’accesso di persone estranee nel plesso; intrattiene rapporti con le persone che entrano nel plesso;

5.     Prende decisioni in situazioni di emergenza;

6.     Al termine di ogni quadrimestre consegna al DS il foglio firma relativo alla presenza dei docenti alle riunioni dei Consigli di Interclasse-Intersezione e la programmazione ad ogni altra riunione convocata dal DS;

7.     Garantisce che le firme siano apposte all’entrata e all’uscita;

8.     Riorganizza l’orario delle lezioni in caso di assenza e/o permessi brevi dei colleghi provvedendo alle sostituzioni e alla comunicazione all’ufficio di segreteria;

9.     Garantisce che gli eventuali recuperi orari delle docenti vengano effettuati solo in orario di compresenza;

10.  Utilizza tutte le ore di compresenza disponibili nel plesso, in via prioritaria, per le sostituzioni di colleghi assenti; redige l’orario settimanale di utilizzo dei docenti con ore eccedenti e lo consegna al DS;

11.  Utilizza il docente di sostegno per sostituire personale assente solo se l’alunno H non è presente a scuola, salvo casi di emergenza;

12.  Organizza il ritiro della posta dalla sede centrale, assicura la presa visione della posta e delle comunicazioni del DS da parte del personale;

13.  Scarica la posta elettronica e la inoltra alle docenti interessate;

14.  Al termine di ogni a.s. consegna al DS il prospetto riassuntivo delle ore eccedenti del personale docente e ATA del plesso di rispettiva competenza;

15.  Assicura che i docenti del plesso utilizzino esclusivamente la modulistica predisposta dal DS e pubblicata sul sito (denuncia infortunio, relazione sulle visite di istruzione e uscite didattiche, moduli di presenza all’UMEE, ecc.);

16.  Raccoglie i modelli che recano le valutazioni conseguite da ciascun alunno nelle diverse discipline, elaborati dal team docente in sede di scrutinio del primo e secondo quadrimestre e li consegna alla FS dell’AUMI e dell’AA Ruggeri Anna ai fini dell’elaborazione statistica;

17.  Raccoglie gli attestati di addetto antincendio e pronto soccorso acquisiti dai docenti di nuova nomina; individua i docenti che necessitano di formazione e ne comunica i nominativi all’RLS. Comunica all’RSPP le variazioni dei componenti delle squadre antincendio entro e inderogabilmente entro la fine di settembre. Prende contatti con l’RSPP, prof.ssa Belelli per la riunione sulla sicurezza. Assicura l’effettuazione nel plesso di due prove di evacuazione che sono disciplinate da specifica normativa (nota congiunta tra USR e Regione Marche – Protezione Civile n. 508506 del 25/07/2013);

18.  Assicura l’affissione in luogo ben visibile del piano di evacuazione, del Codice di disciplina del personale;

19.  Custodisce il Registro delle manutenzioni del plesso;

20.  Partecipa alle riunioni di coordinamento indette con cadenza, di massima, bimestrale dal Dirigente scolastico;

21.  Fanno proposte sui punti da discutere all’o.d.g. dei Consigli di interclasse e intersezione e la trasmette alla vicaria De Luca con 15 giorni di anticipo per l’approvazione e successiva diffusione;

22.  Le docenti indicate tra parentesi sostituiscono il responsabile di plesso in caso di assenza superiore a 5 giorni di quest’ultimo e percepiscono un compenso proporzionale ai giorni di assenza.

23.  Partecipa all’incontro con i genitori per le iscrizioni.

24.  Le fiduciarie della scuola dell’infanzia pianificano l’organizzazione delle n. 8 ore aggiuntive per il rinforzo dei prerequisiti di accesso alla scuola primaria (PDM)

25.  Redige l’orario delle docenti che si sono rese disponibili ad affrontare lezioni di L2 agli alunni stranieri per i rispettivi plessi e lo trasmette alla DS

26.  Accoglie i docenti nuovi

 

FUNZIONI STRUMENTALI AL PIANO DELL’OFFERTA FORMATIVA RISULTATI ATTESI
AREA1

Gestione Piano Offerta Formativa

 

Obiettivo A  

Autoanalisi e autovalutazione

d’istituto

 

1.    Provvede al monitoraggio degli indicatori di qualità della rete AUMIRE;

2.    Coordina i gruppi di lavoro nell’attuazione del piano di miglioramento;

3.    Cura l’elaborazione statistica delle prove Invalsi ministeriali, delle prove tipo Invalsi e semi strutturate previste nel PDM sulla base dei risultati tabulati dai docenti delle classi;

4.    Partecipa agli incontri AUMIRE fuori sede;

5.    Relaziona sull’attività svolta e sui risultati conseguiti;

6.    Partecipa alle riunioni di coordinamento indette dal DS;

7.    Presiede le riunioni indette ogni anno dal DS per l’organizzazione della somministrazione delle prove INVALSI nei plessi;

8.    Pianifica, coordina e partecipa a tutte le attività del Comitato di Miglioramento e partecipa alle riunioni;

9.    Redige i verbali di tutte le riunioni del Comitato di Miglioramento;

10.  Collabora con il DS nella pianificazione e organizzazione delle attività formative destinate al personale docente.

AREA 3

Interventi e servizi per gli studenti

Obiettivo A

Promuovere e coordinare attività di continuità e orientamento

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  1.  Organizza e coordina le attività  e iniziative che promuovono la continuità  dell’azione educativa tra i tre ordini di scuola;
  2. Coordina e partecipa al gruppo di lavoro del PDM n. 4;
  3. Organizza la giornata di orientamento, in cui le scuole secondarie della città  sono invitate presso i locali della scuola Podesti per esporre i propri programmi formativi;
  4. Promuove la stipula di Convenzioni o accordi di rete con le scuole secondarie di II grado;
  5. Partecipa agli incontri sull’orientamento presso le scuole secondarie di 2° grado e organizza le attività  di laboratorio che le scuole secondarie di 2° grado propongono per i nostri alunni entro il 30/11/2016;
  6. Calendarizza e predispone le comunicazioni riguardanti gli incontri con i genitori per le iscrizioni ai tre segmenti scolastici e le comunica al DS. Gli incontri sono da effettuarsi tra il 9 e il 27 gennaio;
  7. Al termine delle iscrizioni esegue una ricognizione degli alunni che, provenendo da fuori bacino, hanno fatto domanda d’iscrizione al nostro Istituto e riferisce al DS (solo primaria e secondaria);
  8. Provvede a contattare le scuole di provenienza degli alunni iscritti presso il nostro Istituto per reperire informazioni utili per la formazione delle classi entro il 15/05/2016;
  9. Svolge attività di ricerca, studio personale e approfondimento sul tema della continuità e dell’accoglienza implementando nuove iniziative;
  10. Partecipa alle riunioni di coordinamento indette dal DS;
  11. Relaziona sull’attività svolta e sui risultati conseguiti;
  12. Partecipa all’incontro con i genitori per le iscrizioni;
  13. Coordina e partecipa ai lavori dei Gruppi di lavoro PDM n.2 e 3;
  14. La docente procede al monitoraggio degli esiti degli alunni al termine del primo anno della scuola secondaria di I grado e di II grado;
  15. Partecipa ai lavori del comitato di miglioramento
  16. La docente coordina il progetto Safer Internet;
Obiettivo B.1

Progettare e implementare azioni di inclusione degli alunni stranieri

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  1.  Cura la progettazione, il coordinamento, l’organizzazione, la verifica e la rendicontazione di tutte le iniziative di insegnamento dell’italiano come L2 agli alunni non italofoni nell’ordine di scuola di riferimento (FSE: L2 4 you, FAMI e genitori);
  2. Cura la gestione di tutti i rapporti con gli enti esterni (mediatori USR/USP/ EELL), partecipando alle riunioni indette da tali soggetti.
  3. Elabora un progetto di utilizzo dei mediatori culturali sulla base della ricognizione dei bisogni degli alunni presenti nell’IC
  4. Coordina e presiede la commissione accoglienza;
  5. Assicura l’osservazione da parte di tutto il personale, delle pratiche di accoglienza degli alunni previste dal protocollo;
  6. Svolge attività di ricerca, studio e approfondimento sulle tematiche dell’integrazione degli stranieri, partecipando anche ad iniziative di formazione sul curricolo interculturale;
  7. Partecipa alle riunioni di coordinamento indette dal DS;
  8. Coordina e organizza le attività connesse alla vacanza studio in Inghilterra accompagna gli alunni in vacanza studio e segue le procedure ad evidenza pubblica per l’individuazione della madrelingua;
  9. Organizza corsi di preparazione all’esame alla scuola secondaria;
  10. Partecipa all’incontro con i genitori per le iscrizioni;
  11. Cura l’accoglienza e il Coordinamento dei tirocinanti (TFA) e degli Studenti Alternanza scuola/lavoro
Obiettivo B.2

Progettare e implementare azioni d’integrazione degli alunni diversamente abili e DSA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  1. Cura il Coordinamento, l’organizzazione dei GLI, GLH e dei GLHO d’intesa con tutti i soggetti coinvolti (genitori, UMEE ecc.) e ne predispone l’ordine del giorno.
  2. Cura la surroga dei membri decaduti del GLI all’inizio di ogni a.s.;
  3. Presiede il GLI in assenza del dirigente scolastico;
  4. Convoca, almeno due volte all’anno, i gruppi GLH per il monitoraggio dell’azione formativa e per la preparazione dei lavori del GLI;
  5. Convoca con cadenza bimensile il GLI (metà ottobre, gennaio, marzo, giugno) per gli adempimenti di competenza di cui al CM n. 8 del 06/03/2013. In ottobre il GLI redige il Piano dell’Inclusione che viene verificato a marzo per la richiesta dell’organico;
  6. Redige i verbali degli incontri (GLI, GLH e GLHO);
  7. Limitatamente a questioni di carattere generale e non riferite ai rapporti per singoli alunni cura i rapporti con gli enti esterni: UMEE/ ASUR /USP/USR/ ecc. partecipa alle riunioni da questi indette;
  8. Entro la fine del mese di dicembre raccoglie dai docenti le nuove segnalazioni da inviare all’UMEE o a diversa struttura accreditata;
  9. Svolge attività di ricerca, studio, approfondimento sulle problematiche dell’integrazione degli alunni BES partecipando anche ad iniziative di formazione.
  10. Cura l’elaborazione e l’attuazione di progetti e iniziative formative che riguardano gli alunni BES;
  11. Partecipa alle riunioni di coordinamento indette dal DS;
  12. Relaziona sull’attività svolta e sui risultati.
  13. Partecipa all’incontro con i genitori per le iscrizioni;
  14. Svolge la funzione di referente DSA;
  15. Collabora con l’ufficio di segreteria con l’aggiornamento della procedura di accreditamento presso l’USR per l’accoglienza dei tirocinanti

 

GRUPPI DI LAVORO PER L’ATTUAZIONE DEL PDM
GRUPPO DI LAVORO N.1 RISULTATI ATTESI
N. 6 docenti scuola secondaria

Tutti i docenti di italiano e matematica (CCNL art. 25 c. b-c)

1.   Pianificazione, elaborazione e verifica del compito di realtà per le rispettive classi della scuola secondaria

2.   Coordinamento dei docenti del Consiglio di classe nelle attività di attuazione del “compito di realtà” (n. 4 incontri di 2 ore)

GRUPPO DI LAVORO N.2 RISULTATI ATTESI
FS CONTINUITA’

FS VALUTAZIONE D’ISTITUTO

N. 3 docenti scuola secondaria:

N.4 docenti scuola primaria

1.    Studio prove Invalsi

2.    Predisposizione di un archivio di risorse per le esercitazioni (n. 3 incontri di 2 ore)

3.    Coordinamento delle attività relative allo svolgimento delle prove comuni tipo Invalsi e semi-strutturate nei rispettivi plessi (incontro di programmazione congiunta)

GRUPPO DI LAVORO N.3 RISULTATI ATTESI
F.S. CONTINUITA’

ANIMATORE DIGITALE

TEAM DI SUPPORTO

N. 2 docenti scuola primaria

N. 1 docente scuola infanzia

1.    Redazione del curriculo verticale delle n. 3 competenze chiave e di cittadinanza (n. 4 incontri di 2 ore per 9 docenti)

2.    Revisione del Curriculo verticale d’Istituto

3.    Procede alla revisione periodica dei criteri di valutazione degli studenti in un’ottica di continuità verticale

GRUPPO DI LAVORO N.4 RISULTATI ATTESI
F.S. Continuità secondaria

N. 3 docenti lettere secondaria

 

1.    Studio dei risultati a distanza

2.    Elaborazione di una scheda del Consiglio Orientativo

3.    Partecipa a N. 1 riunione con i genitori per illustrare il modello del Consiglio orientativo elaborato (incontri per un totale di n. 5 ore a docente)

 

 

 

LE COMMISSIONI
VISITE E VIAGGI D’ISTRUZIONE  RISULTATI ATTESI
Un insegnante di scuola primaria e tre insegnanti di scuola secondaria di I grado

 

 

 

  1. Cura l’aggiornamento, sulla base delle criticità rilevate, del regolamento viaggi e della modulistica;
  2. Redige la prima bozza del prospetto illustrativo delle gite dell’istituto entro il 30 novembre. Consegna il modello definitivo al DS e al DSGA il prima possibile;
  3. Raccoglie e consegna al DS le relazioni (predisposte su apposito modello) su ogni singolo viaggio di istruzione effettuato.
  4. Nelle scuole primarie, secondarie e dell’infanzia le uscite sono organizzate dai docenti di classe.
COMMISSIONE ORARIO SECONDARIA RISULTATI ATTESI
Due insegnanti della scuola secondaria Elabora orario scuola sec. I grado con la supervisione del dirigente
GLI RISULTATI ATTESI
 E’ presieduto dal Dirigente Scolastico e dalla Funzione Strumentale Curzi Sabina:

E’ composto da docenti dei tre ordini di scuola, da tutti gli insegnanti di sostegno e dagli specialisti dell’UMEE, BIGNAMINI o altre unità medico assistenziali.

1.    Si riunisce almeno 2 volte all’anno per gli adempimenti di legge;

2.    E’ convocato e coordinato dal DS o dalla Funzione Strumentale

ACCOGLIENZA DEGLI ALUNNI STRANIERI RISULTATI ATTESI
La Funzione Strumentale e docenti per attività di raccordo con i plessi

 

 

 

 

 

1.   Entro fine settembre raccoglie dalle docenti di classe i moduli, da questi compilati al fine di rilevare i bisogni formativi degli alunni stranieri con riferimento alla lingua italiana;

2.   Esprime un parere sull’individuazione della classe a cui dovranno essere assegnati gli alunni stranieri che si inscrivono in corso d’anno. A tal fine, se necessario, somministra tests di ingresso anche orali;

3.   Elabora e cura la rendicontazione del progetto Agorà per la suddivisione dei finanziamenti dell’Ente Locale tra le scuole primarie dell’Istituto

4.   Compatibilmente con la disponibilità di fondi prendono contatti con l’ANOLF per la mediazione culturale

COMITATO DI MIGLIORAMENTO  RISULTATI ATTESI
 

 

DS presiede il Comitato

FS coordina le attività del Comitato

DSGA

FS CONTINUITA’

1.  Provvede alla compilazione del RAV relativo a tutti i segmenti scolastici;

2.  Provvede alla revisione, e verifica del PDM;

3.  Coordina e garantisce l’attuazione delle azioni previste dal PDM nei rispettivi plessi di servizio;

4.  Partecipa alle riunioni indette dal DS;

5.  Provvede alla compilazione del questionario “scuola”

6.  Un docente della scuola primaria e uno della scuola dell’infanzia affiancano la FS Pietroni negli incontri fuori sede (AUMIRE)

 

COMITATO DI VALUTAZIONE DEL SERVIZIO

RISULTATI ATTESI

(l. 107/15 art.1 comma 129)

Adempimenti previsti dalla normativa vigente

 

Servizio prevenzione e protezione

RISULTATI ATTESI

RSPP

RLS 

Coordinatori emergenza

* VEDI ORGANIGRAMMA SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE A.S. 2016/2017

 

 

 

DAI PREPOSTI AL COORDINAMENTO E GESTIONE DELL’EMERGENZA

1.   Partecipa alle riunioni previste dal T.U. 81 2008.

2.   Esegue la ricognizione del plesso di propria competenza, in ordine alla presenza di situazioni di rischio e vigila affinché la segnaletica relativa alle norme sulla sicurezza e antincendio sia ben visibile, non coperta da cartelloni e addobbi e sia mantenuta in buono stato e nella posizione originaria,

3.   Assicura che il Piano di emergenza sia regolarmente affisso in luogo ben visibile.

4.   Esegue tutti gli altri compiti previsti dalla funzione assegnata nel caso di emergenza o evacuazione della scuola.

5.   Richiede alla segreteria i materiali per la cassetta del Pronto Soccorso.

6.   Organizza le prove di evacuazione (almeno 2 ogni anno: la prima entro il mese di ottobre e la seconda entro il mese di febbraio), ne controlla lo svolgimento, raccoglie i moduli di evacuazione compilati dai docenti delle classi coinvolte, redige il verbale utilizzando il modello apposito e lo trasmette al Dirigente scolastico per l’inoltro dello stesso alla scuola polo (come da circolare Regione Marche n. 0508506 del 25/07/2013).

7.   Segnala al DS e al RSPP eventuali modifiche da apportare al Piano di emergenza in corso di anno scolastico per sopravvenute esigenze organizzative o problematiche riscontrate durante le prove di evacuazione.

COMMISSIONE INFORMATICA

RISULTATI ATTESI

Animatore digitale

Amministratori  Registro Elettronico

Amministratori Sito

Amministratori  rete WLAN

Responsabile Scuola in chiaro

 

1.   Partecipa alle riunioni di coordinamento per redigere le linee guida per la gestione del registro elettronico anche in funzione della pubblicazione (contenuti e tempistica) dei documenti prodotti (definire il formato scheda di valutazione finale);

2.   Gli amministratori del registro elettronico predispongono nei rispettivi plessi di servizio gli aggiornamenti del registro elettronico (inserimento Indicatori – Definizione della scala di valutazione – Inserimento delle note didattiche – Definizione delle caratteristiche della scheda di Valutazione e nuovi applicativi);

3.   Partecipa alla formazione relativa alle nuove procedure di pubblicazione di materiali didattici sul sito e a quella per l’utilizzo della rete di comunicazione tra i plessi e aggiorna il sito;

4.   Invia alla sede centrale i materiali da visualizzare sui monitor dei rispettivi plessi;

5.   La docente De Camillis aggiorna “Scuola in chiaro” per tutti i plessi;

6.   L’animatore digitale collabora con la Prof.ssa Antomarioni Monica per il progetto Safer Internet e redige il regolamento per l’utilizzo delle TIC

ANIMATORE DIGITALE

 

 

1.   Coordina e presiede ai lavori della commissione informatica

2.   Garantisce l’attuazione delle iniziative destinate al personale docente delle scuole relative al PNSD.

3.   Redige un breve verbale / promemoria delle riunioni della commissione informatica.

 

DOCENTI NEO IMMESSI IN RUOLO     DOCENTI TUTOR (Ore a completamento delle n. 40 ART 29 C.3b/c)                                                                    

 

RESPONSABILI LABORATORI E CONSEGNATARI DEI BENI DELLA SCUOLA

RISULTATI ATTESI

 

  1. All’inizio di ogni anno scolastico redige l’elenco degli strumenti presenti nel laboratorio e dei materiali di consumo (toner- cartucce per stampanti ecc.…)  che è rimasto dal precedente a.s;
  2. Assicura che il regolamento di utilizzo delle TIC venga letto e osservato da tutti i docenti del plesso. Il regolamento è pubblicato sul sito della scuola;
  3. Si accerta che gli accessi ai laboratori vengano sempre registrati sui moduli predisposti;
  4. Prende in consegna il materiale del laboratorio, segnala in segreteria la necessità di interventi di manutenzione o riparazione degli strumenti, redige la proposta di acquisto di ulteriori materiali e strumenti in sostituzione di quelli danneggiati o che necessitano allo svolgimento delle attività:
  5. Segnala al DSGA la necessità di interventi tecnici;
  6. Vigila sul corretto utilizzo degli strumenti, in particolare cura che la strumentazione venga riposta correttamente dopo l’utilizzo, onde evitare smarrimenti e disservizi
  7. Provvede alla corretta custodia, conservazione e utilizzazione dei beni affidati alla sua responsabilità;
  8. Recupera tempestivamente i beni temporaneamente collocati in spazi affidati ad altri responsabili;
  9. Richiede la modifica della collocazione dei beni che siano trasferiti in spazi affidati ad altri responsabili;
  10. Richiede interventi di manutenzione o riparazione o sostituzione di beni deteriorati, danneggiati o perduti;
  11. Denuncia eventi dannosi fortuiti o volontari.
  12. Al termine delle attività didattiche, il responsabile provvederà alla riconsegna dei beni, evidenziando eventuali beni che sono stati resi fuori uso o inservibili. La riconsegna avverrà con regolare atto formale. Qualora durante il corso dell’anno scolastico si dovessero verificare situazioni che apportino danni ai beni o altri atti di forza maggiore, il responsabile informerà tempestivamente il Dirigente Scolastico tenendo presente che in caso di “culpa in vigilando” dovrà reintegrare i beni risultanti mancanti.
  13. Altri risultati per i responsabili della biblioteca:
  14. Aiutare gli alunni a vivere il locale biblioteca come opportunità per sé;
  15. Verificare che i prestiti e le restituzioni dei libri avvengano in modo regolare, tramite l’utilizzo dell’apposito registro;
  16. Sollecitare la puntualità nelle riconsegna, anche da parte delle colleghe;
  17. Sistemazione e controllo del materiale a chiusura di anno scolastico
  18. Avvio di creazione di una biblioteca multiculturale
  19. Avvio di creazione di una raccolta di materiali utilizzabili in caso di mancanza improvvisa del docente.

 

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

RONCONI ROBERTA